Allevamenti

Prevenzione di costosi focolai di PRRS

Il virus patogeno della sindrome riproduttiva e respiratoria dei suini (PRRSV) è stato identificato per la prima volta negli Stati Uniti alla fine degli anni '80. Nonostante oltre 25 anni di intensa attività di ricerca e di sforzi per combattere il virus, esso rimane una minaccia significativa per le fattorie di suini negli Stati Uniti e all'estero. Se nell'ultimo decennio le perdite di produttività derivanti dall'impatto della malattia sulle mandrie da allevamento sono state ridotte, questo progresso è controbilanciato da perdite aumentate notevolmente nelle mandrie da riproduzione.

Anche se un focolaio di PRRSV non è l'unico rischio che una fattoria di suini deve considerare quando stanzia il capitale per le operazioni, esso è un rischio che dovrebbe essere preso seriamente in considerazione a causa del suo significativo potenziale di impatto sulla produzione e sui costi. La probabilità di sostenere tali perdite a causa di un focolaio di PRRSV diffuso nell'aria aumenta se la propria attività si trova all'interno di un raggio di 8 km da altri allevamenti di suini. Il virus virulento può viaggiare trasportato dall'aria per 8 km o più e la sua elevata capacità di cambiare continuamente rende difficile lo sviluppo di un programma di vaccinazione costantemente efficace.

Il costo annuo delle perdite di produttività dovute al PRRSV nelle mandrie nazionali di suini da allevamento e da riproduzione negli Stati Uniti è di
664 milioni di dollari, contro i 560 milioni di dollari nel 2005,
, pari a una perdita di 1,8 milioni di dollari al giorno per il settore statunitense dei suini.

Si stima la perdita di ulteriori 477,8 milioni di dollari ogni anno
per costi correlati ai focolai, inclusa la cura degli animali e la biosicurezza.

Focolai di PRRS acuta in quattro mandrie da riproduzione nell'Illinois
hanno avuto un costo stimato di 100 $, 170 $, 428 $ e 510 $ rispettivamente per femmina da riproduzione,
a causa delle diminuzioni di produzione di porcellini slattati e dei costi di trattamento aumentati.

Un focolaio di quattro mesi in una mandria da 250 scrofe in Minnesota
ha avuto un costo stimato di 59.000 $, 236 $ per femmina da allevamento, per un anno dopo il focolaio.

Un'attività di suini svezzati con un'infezione endemica di PRRSV nel poppatoio ha subito una  
perdita di profitti del 70% a causa di una riduzione di oltre 5,00 $ per suino attribuita alla sola fase dello svezzamento,
per via dei tassi di crescita diminuiti, dell'aumento della conversione dell'alimentazione e dell'aumento della mortalità

Studi condotti dal Centro di eradicazione delle malattie suine dell'Università del Minnesota hanno riscontrato che il rischio della diffusione indiretta del PRRSV può essere ridotto con un programma di biosicurezza completo che include la filtrazione dell'aria. Purtroppo, la maggior parte degli impianti di ventilazione nelle strutture per suini è tipicamente progettata per fornire aria fresca e controllare la temperatura interna, ma non per fornire la filtrazione dell'aria. Tuttavia, un impianto di filtrazione dell'aria efficace intrappola virus trasportati dall'aria come il PRRSV e altre minacce comuni tra cui il PEDV, i virus influenzali e il mycoplasma hyopneumoniae, impedendogli di entrare in una struttura e diffondersi ovunque.

 

Noi di AAF comprendiamo le minacce che gli allevamenti di suini devono affrontare, a partire dal virulento e costoso PRRS fino ad altri agenti patogeni con un significativo potenziale di impatto sulla vostra mandria, sui vostri livelli di produzione e sui costi operativi. Il nostro obiettivo è quello di fornirvi informazioni complete per valutare il vostro rischio e le strategie di investimento nella filtrazione, per ridurre il rischio e il ritorno sugli investimenti previsto. AAF offre soluzioni di filtrazione dell'aria e opzioni di controllo del clima per soddisfare le esigenze uniche della vostra attività di allevamento, tutelando la salute degli animali e la redditività.

Soluzioni e Servizi

Case Studies
Contattaci
Top of Page