Centri dati

LOTTA AGLI AGENTI CONTAMINANTI CORROSIVI

Importanza critica della qualità dell'aria interna (IAQ)

La qualità dell'aria all'interno dei centri dati è oggi più che mai importante. I centri dati devono rispondere a requisiti unici e a rigide normative rispetto ai tipici siti commerciali. Particolato e contaminanti gassosi corrosivi sono diventati un serio problema per i centri dati e le sale server. In alcuni casi, la corrosione dei componenti elettronici ha provocato guasti catastrofici ai sistemi, a causa di condizioni ambientali quali basse concentrazioni di gas corrosivi. Questi contaminanti penetrano nei centri dati in molti modi, tra cui gli impianti di ventilazione esterna, aree interne adiacenti e durante l'entrata e l'uscita delle persone dal centro o da aree critiche.

I gas contenenti zolfo, come l'anidride solforosa (SO2) e l'idrogeno solforato (H2S), sono i gas più comuni che causano la corrosione delle apparecchiature elettroniche. Una volta penetrati in un centro dati o una sala server, questi contaminanti gassosi causano il deterioramento delle superfici in rame e della brasatura in argento utilizzata sulle schede a circuito dei computer, con conseguenti guasti intermittenti e seri. Queste forme di corrosione possono causare guasti ostacolando il flusso di elettricità, oppure formando percorsi del circuito involontari. L'eliminazione dei contaminanti corrosivi è quindi essenziale per garantire l'affidabilità delle apparecchiature nei centri dati.

I guasti dovuti a particolato e polveri contaminanti sono generalmente classificati come:

  • Effetti meccanici, tra cui l'ostruzione del flusso d'aria di refrigerazione, l'interferenza di parti mobili o componenti ottici e la deformazione delle superfici
  • Effetti chimici, tra cui la corrosione dei componenti elettrici, a causa di polveri composte da zolfo e sali contenenti cloro
  • Effetti elettrici, tra cui le variazioni di impedenza e l'accavallamento dei conduttori dei circuiti elettronici

 

Nei centri dati con economizzatori lato aria, un ulteriore monitoraggio in tempo reale, ad esempio SAAFShield® Technology di AAF, è consigliabile per consentire una rapida reazione agli eventi esterni che possono introdurre gas corrosivi. Un monitoraggio in tempo reale è ugualmente consigliato nei centri dati con sistemi di pulizia dell'aria con filtrazione in fase gassosa, al fine di monitorare l'efficienza dei filtri. 

Per i centri dati con o senza economizzatori lato aria che non rientrano nella norma ISA-71.04 livello di gravità G1 per corrosione di rame e argento, si consiglia la bonifica mediante filtrazione in fase gassosa. Soffiatori su prese d'aria, dotate di filtri anti-particolato e in fase gassosa, possono essere utilizzati per immettere nel centro dati aria pulita e pressurizzarla per impedire il passaggio dell'aria contaminata esterna. L'aria nel centro dati può essere rimessa in circolo attraverso filtri in fase gassosa per rimuovere i contaminanti che si creano all'interno. 

Soluzioni & Servizi

Case Studies
Contattaci
Top of Page