SAAF Tech Tools simplifies Gas Phase Applications

Gas Phase Environmental, Analytical, and Design Solutions

SAAF Tech Tools è un software basato sulle scienze delle decisioni per configurare i prodotti di depurazione dell'aria per rimuovere i contaminanti gassosi volatili. Grazie a SAAF Tech Tools, gli specialisti di AAF International possono inserire dati specifici dell'applicazione o selezionarli da una lista di applicazioni predefinite per configurare la perfetta soluzione di purificazione dell'aria necessaria ai nostri clienti. Le informazioni dettagliate relative a contaminanti, adsorbitori, ossidanti e i link con le informazioni di settore pertinenti per le specifiche applicazioni sono inoltre facilmente reperibili.

Using chemical media utilization algorithms, SAAF Tech Tools estimates an optimized chemical media solution for you. Based on the data entered, a quick look chemical media report is generated with your initial assessment, results, and proposed solution. In addition, a full chemical media submittal may be generated that includes spec sheets, safety data sheets, and all pertinent literature for the proposed solution.

 

After the media selection phase, the next step is to select the proper equipment design from a comprehensive list of possible solutions that is based on your application requirements. This program gives you the ability to sort and filter equipment options to arrive at the optimum solution. A quick look equipment report showing your assessment, results, and operating cost index is generated, as well as a full equipment submittal, including all selected chemical media details, equipment drawings, equipment IOMs, and all pertinent literature.

L'analisi della vita residua (RLA) SAAF misura le proprietà chimiche del materiale filtrante per aiutare le strutture a prevedere la vita residua, i programmi di sostituzione e i requisiti di inventario.

Gli ingegneri e gli utenti finali spesso chiedono: "Quanto durerà il materiale filtrante?" oppure "Con quale periodicità deve essere sostituito il materiale filtrante?" La risposta dipende dall'applicazione e dalle concentrazioni di gas nell'ambiente. Per rispondere a queste domande possono essere d'aiuto vari strumenti che spaziano dalla misurazione dell'aria ai sondaggi sugli occupanti. AAF International consiglia l'analisi della vita residua (RLA) per il materiale filtrante SAAF standard. L'analisi della vita residua aiuta i clienti a valutare la vita residua dei materiali filtranti, a confermarne l'efficacia, a ottimizzarne la scelta e a controllarne i costi con una sostituzione tempestiva degli stessi.

Esiste una vasta gamma di materiali per i mezzi di filtrazione in fase gassosa. Il carbone attivo vergine, il carbone impregnato e l'allumina impregnata sono i più comuni. La vita di ciascun materiale filtrante dipende da molteplici fattori, quali le dimensioni delle particelle, il livello di efficacia, le concentrazioni di contaminanti, la temperatura di esercizio, l'umidità relativa di esercizio, il tempo di funzionamento, la saturazione minima consentita, il tipo di impregnante e la percentuale di impregnazione. AAF International valuta l'impatto di questi fattori sulla vita del materiale filtrante confrontando le proprietà del materiale filtrante usato con quelle del materiale filtrante nuovo.

Per ogni campione analizzato, AAF International elabora un rapporto di analisi della vita residua. Il rapporto contiene le informazioni sull'installazione e sull'attrezzatura, una spiegazione dei risultati, le raccomandazioni e una tabella riassuntiva. Questi dati possono essere registrati nel tempo per analizzare il trend dell'RLA di un sistema.

I prodotti con tecnologia SAAFShield lavorano insieme creando un sistema di monitoraggio della reattività in tempo reale. Le informazioni che forniscono aiutano le strutture a evitare le conseguenze onerose della corrosione delle apparecchiature elettroniche (guasti ai server di dati, alle apparecchiature delle sale di controllo o ad altri componenti microelettronici fondamentali).

L'unità di rilevamento SAAFShield lavora insieme all'unità di lettura SAAFShield e al modulo di comunicazione SAAFShield per visualizzare e definire il trend dei dati di corrosione nel tempo. L'unità di rilevamento è il componente che sta alla base della tecnologia. L'unità di rilevamento non essendo motorizzata, costituisce un'opzione economica che può essere facilmente collocata in molteplici siti e, con l'ausilio dell'unità di lettura, è in grado di eseguire letture periodiche. In alternativa, collegandola un'unità di lettura o a un modulo di comunicazione, è possibile determinare un trend costante dei tassi di corrosione. L'unità di lettura può registrare i dati su una chiavetta USB per rappresentarli graficamente sul sito web di SAAFShield. Il modulo di comunicazione trasmette i dati al software di gestione dell'edificio per mezzo di un segnale 4-20 mA, consentendo il monitoraggio completo della struttura.

tagliandi di monitoraggio della reattività (RMC’s) SAAF forniscono informazioni sulla reattività media dell'aria oltre i 30 giorni. Queste informazioni aiutano le strutture a valutare le condizioni di un'area o di una stanza in funzione della reattività dell'aria e a prendere tutte le misure necessarie per proteggere le apparecchiature elettroniche, le attrezzature, i processi, i prodotti e il patrimonio storico.

I tagliandi di monitoraggio della reattività determinano la reattività dell'ambiente attraverso quanto esposto nell'ambiente e la successiva analisi di laboratorio. Questa tecnologia viene impiegata per studiare le condizioni delle sale di controllo o di altri ambienti protetti che ospitano apparecchiature elettroniche negli edifici industriali, quali impianti di lavorazione della carta e della cellulosa, raffinerie petrolchimiche e impianti chimici. I tagliandi di monitoraggio della reattività sono inoltre utilizzati per studiare lo stato delle strutture quali i centri dati, i musei e gli archivi, e anche le aree di produzione o di stoccaggio di dispositivi microelettronici. Inoltre, anche le attrezzature meccaniche come i compressori possono essere interessati dai gas reattivi nell'aria e possono essere valutati con i tagliandi di monitoraggio della reattività. Diverse norme e schemi di classificazione correlano le quantità di film di corrosione alle classificazioni della reattività. Di conseguenza, AAF International mette a disposizione relazioni RMC in quattro formati diversi, ognuno dei quali riflette una scala diversa per caratterizzare il livello di reattività complessivo.

Hai domande?


Contattaci:

+39 02.9624096

o trova il tuo dipartimento locale

Prodotti e soluzioni

Case Studies
Contattaci
Top of Page