Preparatevi per la vostra riapertura

Scarica questa utile infografica su un aggiornamento di filtrazione a due fasi raccomandato.

Il tuo edificio richiede controlli di sicurezza prima della riapertura dopo un periodo di inattività. Per aiutarti nella preparazione, abbiamo compilato un elenco di passaggi che puoi seguire per sentirti sicuro della qualità dell’aria nel tuo edificio.


1. Pulire e sterilizzare tutti i pavimenti, le superfici e trattare l'aria secondo i suggerimenti dell'European Ventilation Hygiene Association. Puoi trovare maggiori informazioni qui.
2. Prima di avviare nuovamente l’unità di trattamento aria (HVAC) a capacità normale, 

a. La sicurezza prima di tutto  – Prima di sostituire i filtri dell'aria sporchi, assicurarsi di indossare guanti, una mascherina e occhiali di sicurezza. Mentre rimuovi lentamente i filtri dell'aria, fai attenzione a non rimuovere la polvere e i detriti, che altrimenti potrebbero rientrare nel flusso d'aria all'interno dell'edificio.
b. Smaltimento dei filtri – Ora che sono stati rimossi i filtri dell'aria sporchi, inserirli nei sacchetti e sigillarli come ulteriore protezione contro la polvere raccolta e le particelle che possono danneggiare  le persone esposte ad esse.
c. Installazione dei filtri dell'aria pulita  – Posizionare i filtri dell'aria pulita all'interno dell'unità HVAC con la freccia del flusso d'aria rivolta verso il motore del ventilatore. Troverai questa freccia del flusso d'aria sul telaio del filtro dell'aria.

3. Non utilizzare apparecchiature di condizionamento dell'aria a ricircolo locale (se possibile), come unità fan-coil e unità a induzione. Questi sistemi hanno in genere una filtrazione a bassissima efficienza che ha un minimo effetto per piccoli aerosol e polveri sottili.
4. Prima di riaprire la tua attività, porta il tuo sistema HVAC a livelli normali, permettendo all'aria di circolare per un paio d'ore prima che le persone entrino nell'edificio.

La sostituzione dei filtri dell’unità di trattamento aria esterna non è di per sé necessaria, poiché è improbabile che l'aria esterna sia una fonte significativa di coronavirus. I filtri devono tuttavia essere sostituiti secondo i normali programmi di manutenzione, per garantire i normali volumi del flusso d'aria di ventilazione ed evitare sovraccarichi e trafilamenti. Tuttavia, gli esperti suggeriscono di sostituire gli attuali filtri dell'aria come parte di questo processo di preparazione all’apertura . In molti casi, esortano le aziende a migliorare l'efficienza del filtro per catturare particelle ancora più piccole, contribuendo a proteggere clienti e dipendenti dalle particelle sospese nell'aria  ponzialmente in grado di veicolare il virus (ricircolo).

Piccole particelle virali generalmente si spostano attraverso un edificio grazie a particelle di polvere e/o gocce relativamente più grandi. In generale, le particelle di virus tendono a legarsi, tramite un processo di coagulazione, a particelle (polveri sottili) e aerosol nell'intervallo dimensionale compreso da 0,3 a 10 micron. Fortunatamente, un'adeguata combinazione di filtri dell'aria con una buona efficienza rispetto ai PM1 può catturare la maggior parte delle particelle sospese nell'aria in questo intervallo di dimensioni (> 80%)

Soluzione incentrata sulla bassa resistenza del sistema:
Efficienza Primo Stadio di Filtrazione : DriPak SX ePM10 70%
Efficienza Secondo Stadio di Filtrazione: Varicel V XL ePM1 55%
N°# di ricircoli per catturare: >3

Soluzione incentrata sul miglioramento dell'efficienza:
Efficienza Primo Stadio di Filtrazione : DriPak SX ePM2,5 65%
Efficienza Secondo Stadio di Filtrazione: Varicel V XL ePM1 85%
N°# di ricircoli per catturare: >2

La nostra soluzione raccomandata per la massima efficienza con il minor numero possibile di cambi d'aria:
Efficienza Primo Stadio di Filtrazione : DriPak NX ePM1 60%
Efficienza Secondo Stadio di Filtrazione: BioCel V (H)XLA 95, E10 with 98% efficiency on ePM1 particles
N°# di ricircoli per catturare: >1

In genere ci si può aspettare che un incremento dell'efficienza di filtrazione possa provocare  una diminuzione dell'efficienza energetica. Oltre ad una spesa energetica maggiore, si potrebbe avere anche un usura maggiore dell’impianto di trattamento aria. Tuttavia, grazie al design innovativo del filtro AAF e alle opzioni del media filtrante impiegato, è possibile migliorare l'efficienza di filtrazione garantendo un ottimo  risparmio energetico.

AAF offre una serie di strumenti di filtrazione dell'aria, come il software  TCO Diagnostic® ed il sensore  Sensor360®, ®, per identificare una soluzione su misura per le vostre esigenze. Il nostro processo inizia con una verifica del vostro sistema di filtrazione gratuita che ti fornisce:

  • Analisi professionale
  • Dati di riferimento
  • Idee per il miglioramento
  • Elenco standardizzato di filtri dell'aria per unità di trattamento aria


Contatta un rappresentante nella tua zona per richiedere consulenza, in modo da poter iniziare a valutare una migliore filtrazione del tuo impianto di trattamento aria .

La sostituzione dei filtri dell’unità di trattamento aria esterna non è di per sé necessaria, poiché è improbabile che l'aria esterna sia una fonte significativa di coronavirus. I filtri devono tuttavia essere sostituiti secondo i normali programmi di manutenzione, per garantire i normali volumi del flusso d'aria di ventilazione ed evitare sovraccarichi e trafilamenti. Tuttavia, gli esperti suggeriscono di sostituire gli attuali filtri dell'aria come parte di questo processo di preparazione all’apertura . In molti casi, esortano le aziende a migliorare l'efficienza del filtro per catturare particelle ancora più piccole, contribuendo a proteggere clienti e dipendenti dalle particelle sospese nell'aria  ponzialmente in grado di veicolare il virus (ricircolo).

Piccole particelle virali generalmente si spostano attraverso un edificio grazie a particelle di polvere e/o gocce relativamente più grandi. In generale, le particelle di virus tendono a legarsi, tramite un processo di coagulazione, a particelle (polveri sottili) e aerosol nell'intervallo dimensionale compreso da 0,3 a 10 micron. Fortunatamente, un'adeguata combinazione di filtri dell'aria con una buona efficienza rispetto ai PM1 può catturare la maggior parte delle particelle sospese nell'aria in questo intervallo di dimensioni (> 80%)

Soluzione incentrata sulla bassa resistenza del sistema:
Efficienza Primo Stadio di Filtrazione : DriPak SX ePM10 70%
Efficienza Secondo Stadio di Filtrazione: Varicel V XL ePM1 55%
N°# di ricircoli per catturare: >3

Soluzione incentrata sul miglioramento dell'efficienza:
Efficienza Primo Stadio di Filtrazione : DriPak SX ePM2,5 65%
Efficienza Secondo Stadio di Filtrazione: Varicel V XL ePM1 85%
N°# di ricircoli per catturare: >2

La nostra soluzione raccomandata per la massima efficienza con il minor numero possibile di cambi d'aria:
Efficienza Primo Stadio di Filtrazione : DriPak NX ePM1 60%
Efficienza Secondo Stadio di Filtrazione: BioCel V (H)XLA 95, E10 with 98% efficiency on ePM1 particles
N°# di ricircoli per catturare: >1

In genere ci si può aspettare che un incremento dell'efficienza di filtrazione possa provocare  una diminuzione dell'efficienza energetica. Oltre ad una spesa energetica maggiore, si potrebbe avere anche un usura maggiore dell’impianto di trattamento aria. Tuttavia, grazie al design innovativo del filtro AAF e alle opzioni del media filtrante impiegato, è possibile migliorare l'efficienza di filtrazione garantendo un ottimo  risparmio energetico.

AAF offre una serie di strumenti di filtrazione dell'aria, come il software  TCO Diagnostic® ed il sensore  Sensor360®, ®, per identificare una soluzione su misura per le vostre esigenze. Il nostro processo inizia con una verifica del vostro sistema di filtrazione gratuita che ti fornisce:

  • Analisi professionale
  • Dati di riferimento
  • Idee per il miglioramento
  • Elenco standardizzato di filtri dell'aria per unità di trattamento aria


Contatta un rappresentante nella tua zona per richiedere consulenza, in modo da poter iniziare a valutare una migliore filtrazione del tuo impianto di trattamento aria .

Case Studies
Contattaci
Top of Page